9 DICEMBRE 2022 FESTA PATRONO DI PAVIA

UFFICI CISL PAVIA CHIUSI VENERDI' 9 DICEMBRE 2022

UST CISL PAVIA-LODI IN UNIVERSITA' A CAMERINO

Intervento sulle Comunità Energetiche per nuovi impianti fino a 70Gw - Impianti nelle Marche e in Lombardia

CONSIGLI GENERALI FILCA MACRO AREA LOMBARDIA OVEST

FORMAZIONE: LA RICOSTRUZIONE NEL CRATERE MARCHE CAMERINO DOPO IL SISMO DEL 2016

ASSSOLOMBARDA PAVIA AL FRASCHINI

LA CISL PAVIA-LODI AL TEATRO FRASCHINI DI PAVIA CON ASSOLOMBARDA

231sima Fiera Autunnale di Codogno

FIERA DI CODOGNO LA FAI CISL PAVIA-LODI PRESENTE COME SEMPRE CON UN PROPRIO STAND

PRIMO INCONTRO AL MINISTERO DEL LAVORO

Lavoro. Incontro sindacati – ministra Calderone. Sbarra: “Confronto positivo sulle nostre priorità. Si aprano tavoli mirati in vista della prossima legge di stabilità”

29 OTTOBRE - MANIFESTAZIONE UNITARIA LAVORATORI DELLA SANITA'

SBARRA: “Il Governo ripari i danni del passato. Basta tagli di organici e posti letto”

Sbarra: “Bisogna fermare questa carneficina”

SABATO 22 OTTOBRE ROMA Manifestazione di Cgil Cisl Uil per la salute e la sicurezza sul lavoro.

PRESIDIO SICUREZZA PREFETTURA DI LODI

13 OTTOBRE 2022 PRESIDIO UNITARIA DI SENSIBILIZZAZIONE CONTRO LE MORTI SUL LAVORO

PRESIDIO UNITARIO SICUREZZA PAVIA

STAMATTINA LUNEDI' 10 OTTOBRE PRESIDIO SICUREZZA SUL POSTO DI LAVORO. INCONTRO CON IL PREFETTO DI PAVIA.

FILCA CISL e FP CISL: nuovo codice dei contratti pubblici

“La tutela e la qualità del lavoro: verso il nuovo codice dei contratti pubblici” è il tema dell’evento in programma a Roma organizzato da Filca Cisl e Fp Cisl.

CISL CGIL E UIL MARCHE FONDO AIUTI POPOLAZIONI ALLUVIONATE

LA CONFEDERAZIONE SOSTIENE INSIEME A CGIL E UIL UNA RACCOLTA FONDI A FAVORE DELLE ZONE COLPITE DALLA RECENTE ALLUVIONE NELLE MARCHE

AGENDA CISL 12 PUNTI PROGRAMMATICI

PRESENTATA A ROMA L'AGENDA CISL PER IL NUOVO GOVERNO. “Rilanciare crescita e sviluppo, piu’ investimenti, riforme in un clima di concertazione e partecipazione”

FORMAZIONE: LA RIFORMA SANITARIA IN LOMBARDIA

Incontro di Formazione Ust Cisl Pavia-Lodi e categorie interessate.

SALARIO MINIMO UTILE MA ACCOMPAGNATO DALL'APPLICAZIONE DEI CCNL NAZIONALI

“Paga minima utile ma con i contratti nazionali. Su questo sindacati uniti”- La contrattazione è strada maestra!

FESTA DEL LAVORO: INTRODUZIONE AL LAVORO E AL MONDO FEMMINILE DI ELENA MAGA

X Edizione della Festa del Lavoro a Pavia alla Cisl. Interventi di Elena Pasqualetto(unipd), Paola Gilardoni(cisl lombardia) e di Emanuele Forlani(unipv)

SCIOPERO SANITA' PRIVATA 16 SETTEMBRE 2020

 

SANITA' PRIVATA CONTRATTO SCADUTO DA 14 ANNI. DOPO LE MANIFESTAZIONI ALL'INIZIO DI AGOSTO TUTTO FERMO.

FURLAN: Pieno sostegno ai lavoratori della #sanitàprivata che oggi scioperano in tutta Italia per il diritto ad un contratto nazionale scaduto da tanti anni. Sono lavoratori di un settore in prima linea contro il #Covid_19 che meritano le giuste tutele e più rispetto dai datori di lavoro.

 

"Siamo in piazza per un rinnovo che manca da 14 anni per 100.000 lavoratrici e lavoratori, che nella fase più acuta della pandemia hanno rischiato la propria vita per salvare i contagiati" - ha dichiarato dalla sua il segretario generale aggiunto Cisl, Luigi Sbarra al presidio dei lavoratori della sanità privata promosso da Fp Cgil, Cisl Fp e Uil Fpl per protestare contro la mancata ratifica del rinnovo del contratto, sotto piazza Montecitorio. "Siamo qui- aggiunge- per rivendicare la ratifica della preintesa definita a giugno con le associazioni datoriali, siamo qui in piazza per chiedere al Governo e alle Regioni di intervenire pesantemente per ristabilire un corretto clima di relazioni industriali e qualora le associazioni datoriali dovessero continuare a manifestare questo atteggiamento irresponsabile, chiediamo al Governo e alle Regioni di rivedere e di sospendere i sistemi di accreditamento e le convenzioni". Per Sbarra "le associazioni datoriali e la stessa Confindustria devono recuperare un contesto di piena affidabilità delle relazioni sindacali, altrimenti andremo avanti con le manifestazioni per tutto il mese di agosto e ci predisporremo per una grande giornata di mobilitazione".

 USTCISLPAVIALODI©2020

 

“I bambini, le famiglie e i lavoratori del sistema integrato per l'educazione e istruzione da 0 a 6 anni potranno iniziare a settembre un nuovo percorso educativo sicuro e strutturato negli asili nido, nelle sezioni primavera, nei servizi e nelle scuole d

 "Sottoscritto protocollo sicurezza per servizi educativi e scuole infanzia.

"A settembre si potrà iniziare un nuovo percorso educativo sicuro e strutturato”

 

Lo rendono noto in un comunicato Cgil, Cisl, Uil, Fp Cgil, Cisl Fp, Uil Fpl, Flc Cgil, Cisl Scuola, Uil Scuola, in merito alla sottoscrizione del Protocollo sicurezza per servizi educativi e scuole infanzia.

“Con questa firma - si legge nella nota - si creano le condizioni affinché, nello spirito di responsabilità e di condivisione, la molteplicità dei soggetti coinvolti potrà convergere per assicurare le migliori condizioni della ripartenza anche nel segmento 0 - 6 del sistema integrato”. “Tale protocollo, insieme a quello sottoscritto il 6 agosto per le scuole di ogni ordine e grado - affermano le tre Confederazione insieme alle categorie del pubblico impiego e della scuola - completano e ampliano il quadro di garanzie e tutele per un settore strategico per lo sviluppo. Si creano condizioni condivise di rientro nei centri educativi per la prima infanzia e per le scuole dell'infanzia dell'intero sistema paritario, riconoscendo le specificità gestionali, che danno risposte alle famiglie e agli operatori”. Le Confederazioni, insieme alle categorie interessate, fanno sapere che, tra soggetti pubblici e privati, sono stati concordati alcuni principi e requisiti per: l’igienizzazione di locali e arredi; la gestione della prima fase di manifestazione di sintomi riconducibili al contagio; la formazione e informazione su regole di prevenzione rivolte alle famiglie, agli accompagnatori e ai lavoratori. Inoltre, cinque i punti “particolarmente qualificanti” che secondo sindacati confederali e categorie “aprono prospettive di ulteriore approfondimento e miglioramento”: L'esigenza di garantire la stabilità e continuità dei gruppi e sezioni con le figure adulte di riferimento (educatori, docenti, operatori ausiliari), evitando l’utilizzo promiscuo di spazi da parte dei bambini di diversi gruppi/sezioni, secondo il modello organizzativo ‘a bolla’.
La necessità di dare risposte concrete al ‘personale in condizioni di fragilità’, nell’ambito dell’‘accomodamento ragionevole’ previsto dal Protocollo Nazionale di Sicurezza del 24 aprile 2020 voluto dalle organizzazioni sindacali. Il coinvolgimento delle Asl nel sostegno psicopedagogico, salvaguardando, laddove presente, la funzione dei coordinamenti pedagogici nonché soluzioni più flessibili relative ai servizi mensa. La necessità di verificare, secondo le proprie competenze in materia di sistema integrato 0-6, la possibilità di individuare ulteriori figure professionali. La necessità anche in deroga alle norme per le sostituzioni, di assegnare dotazioni organiche aggiuntive nei limiti delle risorse disponibili. Secondo i sindacati che hanno partecipato fattivamente alla stesura del protocollo “questi ultimi impegni necessitano di risposte coerenti da parte del legislatore affinché risorse finanziarie siano rese disponibili per raggiungere gli importanti obiettivi definiti, superando vincoli di bilancio ormai insostenibili per la tenuta del sistema. Serve un provvedimento legislativo di urgenza, che sciolga tutti i nodi che ostacolano ancora una serena ripartenza per garantire diritto a istruzione e salute*”.

“Il Protocollo - prosegue la nota - impegna le parti ad una assidua azione di confronto per i diversi livelli di responsabilità, attraverso tavoli permanenti costituiti a livello nazionale e regionale con tutti i soggetti coinvolti. Sindacato, Regioni, Ministeri, parti datoriali sono chiamati a svolgere una funzione di grande rilevanza per restituire all'infanzia il ruolo di categoria sociale che, troppo spesso, viene ignorata, ridando voce - concludono Confederazioni e categorie - a coloro che non possono e non devono subire conseguenze delle crisi”.

ustcislpavialodi©2020

 

PROCLAMATO LO STATO DI AGITAZIONE: ASP AZIENDE DI SERVIZI ALLE PERSONE

CORONAVIRUS: OSPEDALE DI CODOGNO CHIUSO TUTTE LE ATTIVITA' SONO SOSPESE

Primo caso di coronavirus riscontrato in Lombardia: 38enne ricoverato all’ospedale di Codogno positivo al virus.

Su disposizione di Regione Lombardia sono al momento interrotti gli accessi al pronto soccorso e tutte le attività programmate. Le persone che sono state a contatto con il paziente sono in fase di individuazione e sottoposte a controlli specifici e alle misure necessarie.

“Come Cisl Funzione Pubblica – dichiara Antonio Cassinari, segretario generale Cisl Fp Pavia Lodi – esprimiamo la nostra vicinanza alle operatrici e agli operatori sanitari che in queste ore si trovano a fronteggiare con competenza e professionalità questa situazione critica. Abbiamo già chiesto alla Direzione Sanitaria di attivare tutte le misure necessario per la tutela della salute di tutti i lavoratori, operatori sanitari e non, e della cittadinanza“.

RICORSO VINTO DALLA FP CISL PAVIA-LODI: condannato l'ICS Maugeri

LA FP CISL PAVIA-LODI VINCE RICORSO CONTRO ICS MAUGERI Spa Sb

Il Tribunale di Pavia ha accolto il nostro ricorso, condannando l'ICS Maugeri SPA SB a retribuire ai ricorrenti (tutti addetti alla sede di Montescano) il tempo dagli stessi impiegato per la vestizione della divisa aziendale prima del turno di lavoro e per la svestizione della divisa aziendale dopo il turno di lavoro mediante il pagamento della retribuzione maggiorata prevista per il lavoro straordinario, seppur entro i limiti della prescrizione quinquennale e stimando i tempi di vestizione in misura inferiore a quella da noi richiesta.

La società resistente è stata inoltre condannata a pagare le spese del giudizio.
 
ustciclspavialodi©2019
 

FACCIAMO IL PUNTO SULLA SANITA': FP e FNP Cisl a convegno a Roma.

Diritti alla Sanità. Convegno su Liste di attesa, nuova occupazione, non autosufficienza, prevenzione e privatizzazioni.

L’evento, di Roma organizzato dalla Cisl Fp e dalla Fnp Cisl nazionali per discutere delle principali criticità del sistema sanitario pubblico e privato, vede la partecipazione di Silvio Brusaferro, Presidente dell’Istituto Superiore di Sanità; di Stefano Bonaccini, Presidente della Conferenza delle Regioni e delle Province Autonome e di Gigi Bonfanti, Segretario Generale della Fnp Cisl, moderati dal giornalista Andrea Pancani. La relazione introduttiva sarà curata da Maurizio Petriccioli, Segretario Generale Cisl Fp e le conclusioni dalla Segretaria Generale della Cisl, Annamaria Furlan. E' presente anche il Ministro della Salute On.Speranza.

Il Convegno si pone lo scopo di "fare il punto" sul sistema sanitario nazionale SSN. Sono stati presentati i dati relativi alla "spesa sanitaria" e l'aumento di 2 miliardi sul Fondo Sanitario e Super ticket.

Nel suo intervento il Ministro Speranza ha sottolineato il tema della Sicurezza nei Luoghi di Lavoro e la convocazione della Commissione  a riguardo.

ustcislpavialodi@2019