INACCETTABILI: CANCELLAZIONE OPZIONE DONNA ED INTRODUZIONE QUOTE 102 E 104

Per la Cisl si tratta di ipotesi inaccettabili nel merito e nel metodo.

MAI PIU' FASCISMI !

ROMA OGGI SABATO 16 OTTOBRE IN PIAZZA SAN GIOVANNI ANCHE LA CISL PAVIA-LODI ERA PRESENTE!

GREEN PASS E' LEGGE DA OGGI SI APPLICA

DL GREEN PASS: COME FUNZIONERA' NEI LUOGHI DI LAVORO

SICUREZZA SUL LUOGO DI LAVORO

SBARRA: POSITIVO L'INCONTRO TRA ORGANIZZAZIONI SINDACALI E GOVERNI DRAGHI

NO VAX: NON CI FACCIAMO INTIMIDIRE. SABATO 16 MANIFESTAZIONE A ROMA

LE SEDI CISL SOTTO ATTACCO DA GIORNI: EPISODI NEL MANTOVANO E NEL BRESCIANO. IERI A ROMA ASSALTATA LA SEDE NAZIONALE DELLA CGIL

CARREFOUR: PRESENTATO PIANO RILANCIO ESUBERI E CESSIONE DI 106 NEGOZI

La preoccupazione è per i 900 esuberi dichiarati che in realtà secondo Fisascat potrebbero diventare almeno il doppio con la cessione dei punti vendita.

FISASCAT CISL PAVIA-LODI: RIUNITO IL CONSIGLIO GENERALE A PAVIA

Giornata di lavoro per il Consiglio Generale della Fisascat Cisl Pavia-Lodi in vista del prossimo congresso.

CONSIGLIO GENERALE FILCA CISL MACRO AREA OVEST

RIUNITI A COMO I 4 CONSIGLI GENERALI DELLA FILCA MACRO-AREA OVEST

SBARRA: NOI SIAMO PRONTI AD ACCETTARE LA SFIDA. CON LA CONCERTAZIONE IL PAESE RIPARTIRA'

La concertazione non è una parola astratta. E’ la via necessaria per gestire nella responsabilità la fase di ripartenza del Paese.

RIFORMA LEGGE 23 SANITA' IN PROVINCIA DI PAVIA

INCONTRO CONFEDERARE SUL TEMA DELLA SANITA' NEL TERRITORIO PAVESE E SUL POSSIBILE RILANCIO E RIFORMA DELLA LEGGE REGIONALE 23

SBARRA: POSITIVO L'INCONTRO CON CONFINDUSTRIA

VACCINO UNICA ARMA CHE ABBIAMO CONTRO IL COVID. REGISTRATA COMUNE CONVERGENZA

PRESIDIO UNITARIO SANITA'

LA DELEGAZIONE CISL PAVIA LODI A PALAZZO LOMBARDIA PRESIDIO SANITA'

CISL PAVIA LODI SABATO 26 GIUGNO IN PIAZZA A TORINO

MANIFESTAZIONE UNITARIA CGIL CISL UIL A TORINO IN PIAZZA CASTELLO. LA UST CISL PAVIA LODI IN PIAZZA DALLE 9:00

STRESA MOTTARONE I FRENI DELLA LA FUNIVIA MANOMESSA: 3 ARRESTI

LA SICUREZZA NON E' MAI TROPPA E SPESSO NON SI INVESTE SUFFICIENTEMENTE PER ELIMINARE TUTTE LE POSSIBILI CAUSE DI UN POSSIBILE DISASTRO.

IN QUESTO ULTIMO CASO SULLA FUNIVIA DEL MOTTARONE L'UOMO HA VOLUTO CAUSARE L'INCIDENTE E LA MORTE DI 14 PERSONE GIOCANDO SULLE PROBABILITA' ASSAI REMOTE(!?) DI UNA POSSIBILE ROTTURA DEL CAVO TRAINANTE CHE ERA STATO VERIFICATO DA UNA DITTA SPECIALIZZATA ALCUNI MESI FA.

LA MANUTENZIONE EFFETTUATA SUL CAVO AVEVA DATO A NOVEMBRE SCORSO ESITO POSITIVO, UN MALFUNZIONAMENTO DEL FRENO DI EMERGENZA CHE BLOCCAVA DI FATTO IL NORMALE FUNZIONAMENTO DELLE CABINE HA INDOTTO I RESPONSABILI A MANOMETTERLO TENENDO COSTANTEMENTE APERTE LE GANASCE DEL FRENO. 

CON OGNI PROBABILITA' SE IL FRENO FOSSE STATO ATTIVATO IN EMERGENZA AVREBBE TENUTA BLOCCATA IN ARIA LA CABINA IN ATTESA DEI SOCCORSI DALL'ALTO CON ELICOTTERO SITUAZIONI GIA' VISTE ANCHE DI RECENTE SU ALTRI VERSANTI DELLE ALPI.

COSI' NON E' STATO!

ustcislpavialodi©2021